Il nostro Castello

Il Castello di Monteverde, edificato dai Longobardi, domina la valle attraversata dai due fiumi sopracitati e le prime notizie certe sulla sua esistenza si hanno da una pergamena risalente all’897, in cui si attesta che disponesse di un edificio fortificato. Delle  famiglie nobili che vi hanno dimorato, i Grimaldi di Monaco sono la principale, oltre, ovviamente, a quella che ha dato il nome all’edificio. Il castello, assieme al territorio di Monteverde e altri feudi, fu donato, nel 1532, dall’imperatore a Onorato I Grimaldi, principe di Monaco, in cambio della fedeltà sua e dei suoi successori. 

La struttura conserva ancora l’originaria forma trapezoidale che, nel corso dell’epoca medioevale, fu completata con l’aggiunta di quattro torri angolari,di cui due cilindriche e due quadrate. Fu anche successivamente restaurato, tra il XV e il XVI secolo, senza che comunque ne venisse modificato l’impianto originario. Di nuovo, fu ricostruito nel 1851, in seguito al terremoto che lo distrusse, senza alterarne la struttura aragonese, acquisita in seguito alle modifiche di epoca quattrocentesca. Sono ancora visibili le feritoie e le finestre rettangolari mentre, all’interno, si trova una cappella che conserva un altare, un’acquasantiera e alcuni affreschi.

La ristrutturazione recente del Castello comprende l’installazione del museo multimediale permanente MiGra, imperniato sul ruolo della donna nella civiltà contadina.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.